Reset

Trastevere - Min PI 1190629

Martedì scorso ho preso servizio al Ministero, nel nuovo ufficio Innovazione digitale.

È un cambiamento enorme, sotto molto punti di vista:

  • la mia sede ora è a Roma, in viale Trastevere, con le inevitabili conseguenze sui tempi e le modalità di spostamento casa – lavoro;
  • sono stato collocato temporaneamente fuori ruolo e sono tenuto a rispettare un orario di 36 ore settimanali;
  • non devo più occuparmi delle mille necessità ed emergenze di una scuola, ma lavorare su una singola area per l’intero sistema scolastico italiano;
  • devo concentrarmi a tempo pieno sui compiti dell’ufficio, che sono il motivo principale per cui mi sono imbarcato in questa avventura (il secondo motivo sono dei compagni di viaggio speciali).

Copio e incollo dal sito del MIUR ciò di cui si occuperà l’Ufficio VI:

  • Progettazione, sviluppo e supporto di processi, anche formativi, di innovazione digitale nelle scuole e delle azioni del Piano nazionale scuola digitale e attuazione delle linee strategiche per la digitalizzazione delle istituzioni scolastiche.
  • Progettazione e sviluppo di nuovi servizi e applicazioni nell’ambito dei procedimenti amministrativi a supporto del sistema scolastico in collaborazione.
  • Studi e sperimentazione di nuove soluzioni tecnologiche in rete a supporto della didattica.
  • Creazione per le scuole di servizi in rete e delle infrastrutture necessarie anche in collaborazione con le regioni, gli enti locali ed altri soggetti pubblici e privati.
  • Realizzazione di protocolli di intesa e convenzioni con aziende, organizzazioni e associazioni di settore, per la sperimentazione di soluzioni tecnologiche volte a favorire e supportare i processi di insegnamento/apprendimento.
  • Consulenza alle scuole in materia di strutture informatiche e tecnologiche destinate alla didattica.
  • Supporto allo sviluppo di iniziative di innovazione e di formazione rivolte agli insegnanti nell’area delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.
  • Realizzazione di progetti speciali rivolti alle scuole, anche in collaborazione con soggetti pubblici e privati.
  • Sperimentazione di soluzioni tecnologiche volte a favorire e supportare i processi di insegnamento/apprendimento, anche attraverso la collaborazione con aziende, organizzazioni e associazioni di settore.
  • Promozione e coordinamento di progetti internazionali in materia di innovazione digitale.
  • Cura dei rapporti con l’Agenzia per l’Italia digitale per quanto attiene ai processi d’innovazione nella didattica.

Ce n’è abbastanza per giustificare i sacrifici che mi aspettano sul piano personale. Dopo tanti anni passati in trincea era giunto il momento di provare a dare un contributo diverso. Le impressioni di questa prima settimana sono forti e positive. Si può fare veramente qualcosa di buono, soprattutto se sarò capace di mantenere un rapporto costante proprio con quella prima linea cui devo la preziosa esperienza di innovazione quotidiana che mi ha portato fin qui.

Riavviamo il sistema per completare l’installazione degli aggiornamenti.